4 Horror da non perdere ad Halloween



Continuando la tradizione dell’anno scorso, ecco una lista di film consigliati per la notte di Halloween:

Quella casa nel bosco (The Cabin In The Woods)

Film sui generis. Un horror che sembra scontato ma che riesce a rivelarsi anticonvenzionalethe cabin in the woods. Joss Whedon, alla sceneggiatura, riesce a creare il giusto mix di fantascienza, misticismo ed orrore cosmico che fanno da cornice a ciò che viene presentato come il classico horror dei cinque teenagers in gita con il furgoncino, ma è molto di più. Senza ammorbare lo spettatore con riflessioni metanarrative da fuori-orario, il film riesce ad andare alla radice dei clichés più abusati. Consigliatissimo a chi ne ha le tasche piene di questo genere di film.

 

Penumbra

penumbraInteressante film horror spagnolo che strizza l’occhio allo stile di Polanski. Dialoghi brillanti, una fotografia ispirata e particolare (nonostante il basso budget), ed un finale affatto scontato. La protagonista è uno dei personaggi più riusciti recentemente visti al cinema. Una stronza antipatica che, visto che la giornata le va male, se ne esce con frasi sul genocidio dei barboni e che, proprio per questo, risulta più verosimile di tante scream queen di plastica. Per una volta l’antipatia non è proprietà esclusiva di cattivi e personaggi maschili, ma anche di una donna, anche se un po’ stronza e disposta a tutto pur di fare carriera. Il film si regge sulla sceneggiatura brillante (anche se non originalissima): movimenti di camera fluidi e coerenti ed un montaggio serrato che crea un sottile stato di inquietudine che si scioglie solo coi titoli di coda.

L’inquilino del terzo piano (The Tenant)

Qualcuno ha detto Polanski? Se non conoscete questo regista, andate a recuperare almeno Rosemary’s Baby e, soprattutto, The Tenant. Trama a seguire:

A Parigi, il timido Trelkovsky (Roman Polanski) prende in affitto un vecchio appartamento senza bagno dove il precedente inquilino, una misterioso egittologa, si è suicidato. La portinaia e lo scontroso padrone di casa, il signor Zy, stabiliscono delle severe regole di comportamento e creano in Trekovsky un senso di oppressione. Il protagonista fa visita visita a Simone in ospedale e stringe amicizia con la sua amica Stella (Isabelle Adjani). Dopo la morte di Simone, Trekovsky inizia a sentirsi ossessionato dalla ragazza ed a credere che il suo padrone di casa ed i suoi vicini stiano complottando alle sue spalle per far suicidare anche lui.

 

The Innkeepers

Dal registra Ti West The Innkeepers. Horror d’ambientazione. Lo Yankee Pedlar Inn, sta per chiudere i battenti. Gli ultimi dipendenti prima della chiusura, Claire (Sara Paxton) e Luke (Pat Healy), decidono di raccogliere delle prove circa i fantasmi che infesterebbero l’hotel. Con l’avvicinarsi della chiusura definitiva del locale, cominciano ad arrivare strani visitatori. I due acchiappa fantasmi improvvisati cominciano ad assistere a strani fenomeni che l’inducono ad investigare ulteriormente sul passato dell’albergo. Pochi personaggi, ma caratterizzati perfettamente. Nulla a che vedere con la moda di sciatti film-documentari alla Paranormal Activity. Il regista ha una visione particolare del genere che ha già mostrato nell’horror retrò The House of the Devil. Ed infatti The Innkeepers è un horror stilisticamente curatissimo, tecnicamente quasi perfetto, con effetti speciali al minimo, che strizza l’occhio ai film horror d’altri tempi e che non nasconde di non voler cercare l’originalità a tutti i costi, riuscendo ad emergere per la sua eleganza ed il suo stile dalla massa di film su fantasmi e case stregate.

About G.V. Falconieri

Blogger, scrittore; recensisco film e libri su siti e portali in giro per il web. Mi interesso di letteratura di genere, #ebook #fantasy #cinema. Amministro il sito "La foresta dei sussurri".Se volete sapere altro, scrivete qui Il mio profilo su Google+