About Author: Cercavoce

Website
http://ilvascellodegliscrittori.forumfree.it/
Description
Mi chiamo Giacomo, sono un appassionato di Narrativa di Genere, in particolare Fantastico, e di storie in generale. Amo scrivere storie, e amo studiare per farlo al meglio. Studio tecniche narrative da diverso tempo, ma ovviamente non sarà mai abbastanza. Dalle mie storie potete aspettarvi tre emozioni: Epicità, Amore e Meraviglia. Con Epicità intendo l'esaltazione del clangore di un esercito contro un altro, il ruggito della guerra e dello scontro che scorre assieme al sangue, il tremore delle ossa che si spezzano e dei cuori che battono per distruggere gli ostacoli. Con Amore intendo sia l'Amore romantico, che semplice tenerezza. Un gigante di pezza che protegge una bambina, un padre che vuol salvare suo figlio, un cavaliere che libera la sua dama. Infine, con Meraviglia intendo il semplice, ma fondamentale, Sense of Wonder. Quel qualcosa che ti fa dire "Mio Dio, c'è davvero un leone fiammeggiante che ruggisce al centro dell'universo? C'è davvero un pirata che vaga nello spazio in cerca della sua voce? C'è davvero un giocattolo di latta grande quanto una mano che insegue una sua rotella fino al cuore della terra?" Come scrittore, mi sono riproposto di farvi provare queste emozioni.

Posts by Cercavoce

  • Contenuti in questo articolo:AutomaQuesta storia è nata in seguito alla Prima Ruolata del Vascello, un contest in cui uno fra i pirati descrive un mondo immaginario e gli altri scrivono un racconto ivi ambientato. L’ambientazione di questo racconto, pertanto, non va attribuita a me ma a Lady Loki. Di mio vi sono solo l’idea di Automa stesso, della sua creazione […]

    Automa

    Contenuti in questo articolo:AutomaQuesta storia è nata in seguito alla Prima Ruolata del Vascello, un contest in cui uno fra i pirati descrive un mondo immaginario e gli altri scrivono un racconto ivi ambientato. L’ambientazione di questo racconto, pertanto, non va attribuita a me ma a Lady Loki. Di mio vi sono solo l’idea di Automa stesso, della sua creazione […]

    Continue Reading...

  • Unodue avanzò nell’erba in un cigolare di giunture. Scavalcò il guscio vuoto di una chiocciola, scostò due steli rinsecchiti e si trovò in una striscia di terra spoglia. Scarti! Copertura compromessa! Fece un passo indietro. Il braccio formicolò all’altezza del polso destro. «Problemi 32784+?» Si portò il ricevitore della mano alla bocca e pigiò con un dito il pulsante sul […]

    Il Mestiere del Cacciacciaio

    Unodue avanzò nell’erba in un cigolare di giunture. Scavalcò il guscio vuoto di una chiocciola, scostò due steli rinsecchiti e si trovò in una striscia di terra spoglia. Scarti! Copertura compromessa! Fece un passo indietro. Il braccio formicolò all’altezza del polso destro. «Problemi 32784+?» Si portò il ricevitore della mano alla bocca e pigiò con un dito il pulsante sul […]

    Continue Reading...

  • (Continua da) «Stanno arrivando, Scudo d’Acciaio.» Garor annuì all’esploratore senza guardarlo, con gli occhi che fissavano, attraverso gli occhiali dell’elmo, la gola che si protendeva dinanzi a lui. Il vento la percorreva come un fiume gelido, portando i versi striduli delle bestie del Branco. «Preparati alla gloria.» Il messaggero si batté un pugno sul petto e si andò a unire […]

    Questo è per Odd (Parte II)

    (Continua da) «Stanno arrivando, Scudo d’Acciaio.» Garor annuì all’esploratore senza guardarlo, con gli occhi che fissavano, attraverso gli occhiali dell’elmo, la gola che si protendeva dinanzi a lui. Il vento la percorreva come un fiume gelido, portando i versi striduli delle bestie del Branco. «Preparati alla gloria.» Il messaggero si batté un pugno sul petto e si andò a unire […]

    Continue Reading...

  • Garor avanzò sulla pietra delle mura, col respiro gelido della sera nel petto e il vento del nord che gli accarezzava il viso. Lo stesso vento del nord che aveva soffiato quel giorno, un anno addietro. Un’eternità addietro… Garor sedé sulla pietra, fredda e ruvida sotto il palmo della mano. Scostò le dita dalle mura per portarle alla gola, per […]

    Questo è per Odd (Parte I)

    Garor avanzò sulla pietra delle mura, col respiro gelido della sera nel petto e il vento del nord che gli accarezzava il viso. Lo stesso vento del nord che aveva soffiato quel giorno, un anno addietro. Un’eternità addietro… Garor sedé sulla pietra, fredda e ruvida sotto il palmo della mano. Scostò le dita dalle mura per portarle alla gola, per […]

    Continue Reading...

  • Contenuti in questo articolo:La VoceLa Voce   McCark sospirò al timone. L’odore di salsedine nel naso, il rollio del brigantino sotto i piedi. Si sfregò i baffetti con il dito e riportò la mano sulla maniglia della ruota. Le vele bianche dell’Orizzonte di Fuoco si stagliavano dinnanzi a lui, gonfie del vento che soffiava verso nord-est sollevando le onde contro […]

    La Voce

    Contenuti in questo articolo:La VoceLa Voce   McCark sospirò al timone. L’odore di salsedine nel naso, il rollio del brigantino sotto i piedi. Si sfregò i baffetti con il dito e riportò la mano sulla maniglia della ruota. Le vele bianche dell’Orizzonte di Fuoco si stagliavano dinnanzi a lui, gonfie del vento che soffiava verso nord-est sollevando le onde contro […]

    Continue Reading...